info@immobili.live
081 193 001 90
Legge di Bilancio 2021, una sintesi di tutte le novità sui lavori in casa e sugli affitti

Legge di Bilancio 2021 - Bonus Casa (3)

Come ampiamente atteso, la Legge di Bilancio ha provveduto a confermare la lunga serie di bonus destinati a supportare i lavori in casa e altri interventi edilizi. Non è questa, comunque, l’unica novità apportata dal provvedimento: nelle prossime righe abbiamo riepilogato i principali tratti della Legge di Bilancio 2021, in una panoramica che, per quanto sintetica, dovrebbe permettere a tutti i nostri lettori di avere un quadro più completo della situazione.

I bonus per la casa

In relazione a quanto già anticipato, sottolineiamo come la Legge di Bilancio abbia apportato la conferma di tutti i principali bonus precedentemente in vigore, spostando la loro scadenza al 31 dicembre 2021.

Trovano così spazio l’Ecobonus e il Bonus ristrutturazioni, così come il Bonus mobili, l’agevolazione fiscale destinata a supportare le operazioni di acquisto di mobili ed elettrodomestici finalizzati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. La novità del 2021 è tuttavia rappresentata da un più favorevole innalzamento del tetto delle spese agevolabili, che sale dai precedenti 10.000 euro agli attuali 16.000 euro.

Confermati per tutto il 2021 anche il Bonus facciate e il Bonus verde, il beneficio fiscale che è destinato a favorire le operazioni di sistemazione delle aree verdi degli edifici già esistenti. Per il Bonus verde, però, il contribuente non potrà richiedere la cessione del credito o lo sconto in fattura, ma potrà esclusivamente ricorrere alla detrazione in sede di dichiarazione dei redditi.

Infine, una piccola novità che potrebbe però essere gradita a molti contribuenti: l’introduzione di un Bonus idrico, un contributo fino a 1.000 euro per le famiglie e 5.000 euro per i pubblici esercizi, destinato a incentivare la sostituzione dei rubinetti e dei sanitari, verso nuovi modelli maggiormente in grado di contenere gli sprechi di acqua.

Gli affitti

Per quanto invece concerne le locazioni, sottolineiamo come la Legge di Bilancio 2021 abbia prorogato al 30 aprile 2021 il termine ultimo per il credito di imposta al 60% sulle locazioni di immobili ad uso non abitativo. Viene invece confermata la cedolare secca sugli affitti, ma il legislatore ha chiarito che il limite massimo per cui si può fruire di tale regime fiscale è di quattro immobili, superati i quali si presume l’esistenza di un’attività di impresa.

Rileviamo altresì come la Legge di Bilancio abbia altresì introdotto un bonus per gli studenti fuori sede, ovvero un contributo che è finalizzato ad alleggerire la spesa del canone d’affitto dell’alloggio, a patto che lo studente abbia un Isee inferiore a 20.000 euro, frequenti un ateneo statale al di fuori del proprio comune di residenza e non abbia usufruito di altri contributi pubblici per lo stesso alloggio.

Fin qui, una rapida panoramica sulle novità che la Legge di Bilancio ha apportato al comparto edile e immobiliare. Poche novità – si è detto – ma comunque la conferma di voler ribadire tutto l’assetto delle agevolazioni fiscali precedentemente in vigore, nell’auspicio che tutto ciò possa supportare un settore che ha risentito del periodo di criticità.

Cerca il tuo immobile